Esenzione Bollo Auto

(informazioni raccolte da una nostra amica che purtroppo non c'e più.Grazie Ignazia!)


Come potrete leggere sul sito (http://www.mobilitycare.it/esenzione-bollo-auto-ec...) chi gode dei benefici della legge 104 può richiedere l’esenzione del bollo auto.
Vi riporto di seguito qualche stralcio strettamente inerente il nostro caso

Chi rientra in questa legge:


1. É persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che é causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da
determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.


2. La persona handicappata ha diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione, alla capacità complessiva individuale residua e alla efficacia delle terapie
riabilitative.
3. Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in
quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità. le situazioni riconosciute di gravità determinano priorità nei programmi e negli interventi dei servizi pubblici.


Vediamo ora tra i vari tipi di invalidità chi può essere esente dal pagamento del bollo in circolazione per la propria auto.
Legge 104 esenzione bollo auto: quando spetta?
Come anticipato, l’agevolazione tramite legge 104 sull’esenzione bollo auto spetta a categorie di cittadini che presentano determinate limitazioni, fisiche o psichiatriche.
Legge 104: cosa fare per non pagare il bollo auto
Ricapitolando, l’esenzione bollo auto concessa grazie alla legge 104/ 92 può essere ottenuta nel momento in cui si possiedono determinati requisiti (di salute, di reddito, anche perfino l’auto). Inoltre, per avere il beneficio
economico, è necessario seguire un preciso procedimento per inoltrare la domanda.
Esenzione bollo auto per invalidi civili (legge 104)
Gli invalidi civili sono quei cittadini la cui prestanza fisica o psichiatrica ha subito minorazioni (anche progressive) che ha determinato una trasformazione della capacità lavorativa, che si è ridotta, in modopermanente, a circa 1/3.
Anche gli invalidi civili, cosi come i sordomuti i non vedenti e gli ipovedenti, rientrano nella categoria deidiversamente abili che può fruire delle agevolazioni sul bollo auto.

Esenzione bollo auto legge 104: disabili permanenti
Vi ricordiamo inoltre che è possibile beneficiare dell’esenzione bollo auto solo nel momento in cui, la disabilità sia comprovata e riconosciuta in modo permanente.
La persona il cui svantaggio (fisico o psichico) è relativo ad un mero periodo della vita non è considerata esente dal pagamento della tassa regionale.
Requisiti legge 104 esenzione pagamento bollo auto per disabili
L’esenzione dal pagamento del bollo auto tramite legge 104 spetta solo per determinate tipologie d’invalidità
comprovata, vale a dire:
• Disabilità con patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti.
• Disabilità con patologia che comporta grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
• Disabilità mentale o psichica: il disabile deve essere stato riconosciuto portatore di handicap o invalido, in stato di gravità, affetto da una patologia mentale o psichica, con riconoscimento della indennità diaccompagnamento.
 • Disabilità per cecità o sordità
Nel dettaglio è necessario sia stata riconosciuta dall’ASL o da altra struttura autorizzata, la disabilità relativa a:
• Disabilità legata a capacità motorie impedite (o comunque ridotte);
• Handicap (come pluriamputazioni) che comporti limitazioni gravi nella capacità di deambulazione;
• Problemi alla vista che compromettono ambedue gli occhi (cecità totale o minorazioni visive con un residuo
perimetrico binoculare non superiore al 30%)
• sordità apparsa prima dell’apprendimento del linguaggio orale (sordità perlinguale) o alla nascita
(sordomutismo)
• Minorazioni sia fisiche che psichiche la cui natura ha determinato il riconoscimento, da parte degli Enti competenti) dell’indennità di accompagnamento.
Esonero bollo auto legge 104: la macchina deve essere intestata al disabile?
Con la legge 104 l’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta solo nel momento in cui il veicolo è intestato :
• direttamente al soggetto disabile;
• oppure ad un familiare del soggetto disabile, che risulti a fiscalmente a carico del disabile o viceversa.
Esempio: se una moglie a carico può beneficiare delle agevolazioni della legge 104, il marito ha diritto a non pagare il bollo della macchina.
Requisiti ISEE
In questo caso occorre fare delle precisazioni sul soggetto richiedente del beneficio fiscale.
• Se a richiedere l’esenzione bollo auto è il disabile al quale è intestato il veicolo non vi sono requisiti di reddito da rispettare. Dunque, in questo caso, l’esenzione bollo auto tramite legge 104 spetta indipendentemente dal
reddito del cittadino;
• Se invece il richiedente dell’esenzione è un parente del cittadino con i benefici della legge 104 l’esenzione dal pagamento del bollo auto è ottenibile solo se il suo reddito lordo è inferiore o uguale a 2.840,51 euro.
Agevolazione bollo auto con legge 104: solo per 1 veicolo
Dunque, per i cittadini disabili ai quali è stata riconosciuta la famigerata legge 104 l’esenzione dal pagamento del bollo è concessa per un’unica vettura.
Nel momento in cui il richiedente risulta proprietario di più veicoli, deciderà autonomamente per quale veicolo effettuare la richiesta di esenzione tassa di possesso.
Nel momento in cui il veicolo prescelto dovesse essere venduto o cancellato dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) potrete spostare l’esenzione fiscale ad un altro veicolo.
A chi va presentata la domanda di esenzione bollo.
In base alla Regione di residenza cambiano gli Enti ai quali rivolgersi per effettuare la domanda di esenzione
bollo ai sensi delle agevolazioni previste per la 104.
Gli Enti a cui rivolgersi per effettuare la richiesta sono:
• ACI (Automobile Club Italia);
• Regioni;
• Agenzia delle Entrate.
Le regioni convenzionate con l’ACI sono:
• Abruzzo;
• Basilicata;
• Campania;
• Emilia Romagna;
• Lazio;
• Lombardia;
• Molise;
• Toscana;
• Umbria;
• Provincia Autonoma Bolzano;
• Provincia Autonoma Trento;
• Puglia;
• Valle d’Aosta.
Per le tali Regioni, convenzionate con L’ACI, la domanda di esenzione bollo auto con la legge 104 può essere consegnata all’Unità Territoriale ACI della provincia di residenza (o della propria regione) o in alternativa ad unadelle Delegazioni ACI (sempre ubicate sul territorio regionale).
 Il modulo di richiesta e i relativi documenti vanno consegnati a mano o con raccomandata A/R.
L’ufficio preposto, una volta verificata la regolarità formale e l’integrità della domanda valuterà tra due eventuali opzioni:
• Domanda completa
Se la domanda risulta completa di tutti gli allegati che corrispondono ai requisiti essa sarà protocollata, e vi sarà consegnata la relativa ricevuta.
• Domanda con irregolarità
Tuttavia è possibile che la domanda risulti incompleta o irregolare e che l’ACI richieda ulteriori allegati da integrare (specificando la documentazione da produrre e il motivo della mancata accettazione).
Legge 104 esenzione bollo auto: scadenze e rinnovo
Se vi sarà riconosciuta l’esenzione sul pagamento di questa tassa regionale, la validità di tale esenzione si protrae nel tempo (Retroattività Bollo auto disabili).
Tuttavia, se l’agevolazione bollo auto legge 104 non vi sarà riconosciuta, avrete 30 giorni di tempo per pagare l’imposta, altrimenti sarete soggetti a sanzioni (fa eccezione la regione Toscana, per la quale è previsto un tempolimite di 90 giorni entro i quali pagare l’imposta).
 Secondo il sito (https://www.disabili.com/mobilita-auto/speciali-mo... ) il rinnovo è automatico e in caso di perdita dei benefici della 104 occorre darne comunicazione per evitare sanzioni:
L’esenzione dal pagamento della Tassa Automobilistica, una volta riconosciuta per il primo anno,prosegue anche per gli anni successivi, senza l’onere di ulteriori adempimenti (non è pertanto necessario presentare nuovamente la domanda e la relativa documentazione). Nel momento in cui
vengano meno le condizioni per aver diritto all’agevolazione (per esempio se il veicolo viene venduto o radiato, oppure, ci sia un miglioramento patologico o il titolare del beneficio decede), spettaall’interessato (o agli eredi dello stesso) darne tempestiva comunicazione all’ufficio competente che l’ha
 concessa, al fine di evitare il recupero dei tributi e l’irrogazione delle sanzioni.
Documenti da presentare per richiedere l’esenzione bollo legge 104
In base alla tipologia d’invalidità vanno presentate tipi documentazione differenti. In ogni caso va allegata alla
domanda una fotocopia della carta di circolazione.
Vediamo nel dettaglio quali sono i documenti da allegare al modulo di richiesta esenzione bollo auto disabili che potete scaricare al link mostrato al termine della pagina.
Esenzione bollo auto legge 104 per i richiedenti con disabilità che reca ridotte capacità motorie: documentazione
Al link del sito Aci
(http://www.aci.it/fileadmin/documenti/per_circolar...)
troverete la tabella riassuntiva della documentazione da presentare.
Legge 104 esenzione bollo in caso di disabilità con patologia che reca
limitazioni (gravi) nella deambulazione o pluriamputazioni:
documentazione da presentare
• Verbale di riconoscimento dell’handicap ai sensi dell’art. 4 della legge 104/92, rilasciato dalla Commissione
medica dell’ASL o altra struttura autorizzata, che attesti l’effettiva situazione di handicap grave (art.3 comma 3
legge 104);
Nel caso in cui il veicolo non fosse intestato al cittadino disabile è necessario allegare ai documenti anche la copia
della certificazione (o dichiarazione sostitutiva) che comprovi che il soggetto disabile è a carico dell’intestatario
del veicolo
Esenzione bollo auto: documentazione da presentare in caso di disabilità
mentale o psichica

In questo caso vanno allegati alla domanda di esenzione bollo auto invalidi:
– Certificazione attestante il grave handicap (ai sensi dell’art. 4 della legge 104/92) del soggetto
– Dichiarazione sostitutiva di certificazione che certifichi l’indennità di accompagnamento del disabile (ai sensi
della legge295/90) rilasciata dalla commissione addetta al riconoscimento dell’invalidità civile.
– Documenti che attestino che il disabile è fiscalmente a carico del richiedente.
Legge 104 esenzione bollo auto: quali sono le regioni non convenzionate
ACI
Come vi abbiamo anticipato, anche per l’esenzione dal pagamento del bollo auto tramite legge 104, per ogni Regione sono previste norme differenti.
Di seguito regioni non convenzionate ACI.
I cittadini residenti nelle regioni:
• Calabria;
• Friuli Venezia Giulia;
• Liguria
• Marche;
• Molise;
• Piemonte;
• Sardegna;
• Sicilia;
• Veneto;
possono rivolgersi, per effettuare la richiesta di esenzione del bollo auto disabili, agli Uffici Regionali Competenti. Per ulteriori info vi basterà accedere al sito web della vostra Regione.
Esenzione bollo auto legge 104: Regioni a Statuto Speciale
Tra le Regioni a Statuto Speciale rientrano:
• Friuli Venezia Giulia,
• Sardegna;
• Sicilia;
Il cittadini residenti in queste Regioni che intendono effettuare la richiesta per ottenere l’esenzione dal pagamento della tassa di possesso sulle automobili, possono inoltre rivolgersi presso gli Uffici adibiti delMinistero delle Finanze dell’Agenzia dell’Entrate.
Legge 104: modulo di domanda esenzione bollo auto (download)
Potete scaricare la modulistica editabile per richiedere l’esenzione bollo auto (che ho trovato nel sito di fraparentesi!): https://www.fraparentesi.org/wp-content/uploads/2017/09/modulo-Richiesta-Esenzione-Bollo-auto.pdf