QUESTA E’ LA MIA STORIA


Tutto è iniziato quando avevo 47 anni. Da alcuni mesi sentivo al seno molte cisti dure, però, avendo sempre sofferto di mastopatia fibrocistica, non me ne ero preoccupata più di tanto, lasciando così passare del tempo.
Ero molto impegnata con la mia attività da parrucchiera. Accontentare le clienti, interagire con le dipendenti, far quadrare i conti, mi avevano fatto rimandare i controlli. 

Un giorno finalmente mi decisi ad andare a fare un’ecografia. Quel giorno, il medico mi disse che mi dovevo trovare un chirurgo, facendomi capire che temeva potesse trattarsi della peggiore delle diagnosi.
Da lì è iniziata la solita trafila. Ho fatto agoaspirato, che ha portato a confermare la diagnosi: carcinoma.
Dalla diagnosi all'intervento sono passati 4 mesi, in quanto il chirurgo aveva la certezza che il tumore fosse ancora in situ e che quindi aspettare non mi avrebbe fatto correre rischi.

Mi sono fidata ed ho aspettato. Poi è arrivato l'intervento, mastectomia bilaterale, poi chemio fec 6 cicli e radioterapia. Durante la chemio chiudevo il negozio solo pochi giorni, ma avevo comunque perso parecchie clienti, alcune per imbarazzo, altre per voler evitare di parlare di malattia. 

A seguire ormonoterapia per 5 anni con tamoxifene. Dopo quei 5 anni finalmente ho ripreso in mano la mia vita.
Ho iniziato con grande forza di volontà, amore e dedizione al mio lavoro, a riconquistare la clientela, riuscendo a fare anche meglio di prima. Avevo ripreso in mano la mia vita e il mio lavoro.

Tutto è andato bene fino a febbraio di quest'anno, 2018, dove, durante un controllo mi hanno scoperto le metastasi al fegato. Mi è crollato il mondo addosso.
Ho deciso di chiudere la mia attività di parrucchiera, perché sento che questa volta non ce la farò e quindi voglio dedicare il mio tempo alla mia famiglia.

Attualmente sono in cura con Palbociclib e Faslodex e sono al secondo ciclo. Il gruppo mi aiuta tanto a non sentirmi sola e confrontarmi con persone che come me convivono con questa malattia. 


Rosy61