LA PREVENZIONE NON MI HA AIUTATA


La mia storia di paziente oncologico inizia nel 2002, dopo circa 10 anni di ecografie mammarie di controllo, fatte puntualmente dal momento che mia mamma si era ammalata di cancro a 40 anni. 
Che potessi anche io essere colpita dalla malattia era una cosa che mi aspettavo, vista la familiarità, ma quello che mi ha colpita e mi ha lasciato interdetta è che, nonostante i controlli puntuali e periodici e la mia costante attenzione alla prevenzione, quando è stato scoperto il tumore, questo era già di 5 cm, con 5 linfonodi intaccati.

Anche io, come mia mamma, ho 40 anni e una figlia di 12.
Faccio mastectomia, eseguo cicli di chemioterapia e radioterapia e in via sperimentale prendo il Femara per 8 anni invece che per 5 .
Dopo 13 anni mi sento guarita, e mai e poi mai avrei pensato a dover pensare ad una metastasi. Durante i controlli annuali i marcatori risultano leggermente alterati, cea 5,4 (limite massimo 5). Al controllo dopo 3 mesi salgono ancora un po', quindi faccio la tac ed eccola ....metastasi al polmone. 
Ricomincio la chemioterapia e da due anni sto facendo terapia biologica. Fortunatamente al momento va tutto bene, ma chissà ancora per quanto il farmaco riuscirà a funzionare?


Alegna